Leonardo Pazzagli in "Il nome della rosa"

PAZZAGLI LEONARDO 2.jpg
Il-nome-della-rosa-Umberto-Eco-romanzo-riassunto.jpg

Sono cominciate da pochi giorni in Italia, principalmente negli studi cinematografici di Cinecittà, le riprese de
"Il Nome della Rosa", serie TV ispirata ad uno dei romanzi più famosi di Umberto Eco, scomparso nel mese di gennaio 2016.

Il cast internazionale vanta una serie di nomi illustri con John Turturro e Rupert Everett scelti per i ruoli chiave, rispettivamente, di Guglielmo da Baskerville, il monaco francescano del XIV secolo che indaga su una serie di macabri omicidi, e sul suo antagonista, l'Inquisitore Bernard Gui. Confermati anche gli attori Sebastian Koch, protagonista della pellicola Le Vite degli Altri, vincitore del premio Oscar per il miglior film straniero, così come James Cosmo e Richard Sammel (Bastardi Senza Gloria). L'emergente attore tedesco Damien Hardung interpreterà Adso, apprendista di Gugliemo.

Tra i protagonisti de Il Nome della Rosa anche diversi volti noti del cinema italiano come: Fabrizio Bentivoglio, Greta Scarano, Stefano Fresi ed il nostro LEONARDO PAZZAGLI.

La serie, composta da 8 episodi, sarà ambientata in Italia nel 1327. La storia segue Guglielmo da Baskerville e il suo apprendista, Adso da Melk, intenti a scovare un serial killer in un monastero benedettino dell'Italia settentrionale. 

Giacomo Battiato, scelto come regista della serie TV, ha dichiarato che è "difficile esprimere l'emozione provocata dal mettere insieme e adattare uno dei più grandi successi della letteratura del 20esimo secolo".